2010: anno della Curvy Revolution

2010: anno della Curvy Revolution

2010: anno della Curvy Revolution

 

Eh si, si può proprio dire che
il 2010 sia stato l’anno in cui il mondo curvy si è fatto sentire. Tante
notizie, tante novità hanno avvolto il mondo plus size.

A partire con la nascita made in Italy di Vogue Curvy, canale di Vogue.it ().

Con il gruppo di cui sono co-fondatrice, Curvy can, abbiamo realizzato la
campagna contro i disturbi alimentari “I’m not a fashion victim” che
ha fatto il giro del mondo. Siamo state ospiti in diverse trasmissioni tv per
portare la testimonianza che accettarsi è la prima soluzione per star bene con
sè stessi e con gli altri.

Ma anche la moda ha dato un grande scossone: Jean Paul Gaultier ha fatto
sfilare l’icona della musica pop Beth Ditto sulla passerella, creando non poco
scalpore. In America invece, per la prima volta hanno sfilato alla New York
Fashion Week le taglie comode. Elle France, ancora, ha messo in copertina una
mia collega curvy. Diciamo che per fortuna si inizia a parlare di un mondo che
coinvolge il 60% della popolazione europea. Ad Hollywood l’attrice del telefilm
culto Mad Men, Christina Hendricks, è stata considerata un modello talmente
positivo che il ministro inglese delle pari opportunità, nella sua lotta contro
l’eccessivo uso di Photoshop e di diffusione di stereotipi femminili
assolutamente falsi, l’ha indicata come parametro educativo e salutare a cui
tutte le giovani donne dovrebbero rifarsi.

Non si può negare la realtà….La donna sta cambiando e come esistono le taglie
40 esistono anche le 46 e tutte vogliono essere rappresentate. Che il 2010 sia
l’inizio di una rivoluzione degli stereotipi? Sicuramente qualcosa si sta muovendo…Ci
auguriamo che il 2011 sia anche migliore! AUGURI A TUTTI!

 

2010: curvy revolution

Oh yes,
you can really
say that 2010 was the year when the world was felt curvy. Lots of
news, many innovations have wrapped the plus-size
world.

Starting with the birth of Vogue Curvy made
​​in Italy, Vogue.it ‘s channel
.

With my group, curvy can, we have made
​​the campaign against eating disorders,
“I’m not a fashion victim”
that has been around the world. We were guests
on several TV shows to bring the witness accept
the first solution is to feel good about themselves
and others.

But fashion has given
a big shake: Jean Paul Gaultier has
paraded the pop
music icon Beth Ditto
on the catwalk, creating no small stir. In
America, however, marched for the first time at New York Fashion Week sizes
comfortable. Elle France, again, put on
the cover one of my fellow
curvy. Let’s say that luckily he starts talking about a world that involves 60%
of the European population. In
Hollywood, the actress of the
cult TV series Mad
Men, Christina Hendricks, a model was considered so
successful that the British
Minister of Equal Opportunities in
its fight against the excessive
use of Photoshop and
dissemination of gender
stereotypes is absolutely false,
‘s has indicated
as a parameter and healthy education to which all young
women should relate.

There is a change in our life…. The
woman is changing and how there
are sizes 14 and 6 are also all want to be represented.
That 2010 is the beginning of a revolution of stereotypes? Surely something is moving … We hope that 2011 is
even better! BEST WISHES TO ALL!

RELATED ARTICLES

Donne magre e giovani dominano la comunicazione social delle grandi aziende

Donne magre e giovani dominano la comunicazione social delle grandi aziende

Gradient, start-up che ricorre all’intelligenza artificiale per analizzare Diversità e Inclusione (D&I) nella comunicazione visiva e media (advertising, branding, cinema), nel corso del Diversity Brand Summit 2022 tenutosi a Milano

READ MORE