Asos e le modelle “imperfette” che piacciono tanto alle donne

Asos e le modelle “imperfette” che piacciono tanto alle donne

Asos e le modelle “imperfette” che piacciono tanto alle donne

 

 

 

Un sito con migliaia di capi, per tutte le donne: magre, alte, basse, curvy, plus size, oversize. Quando la globalizzazione sposa un’ottima strategia di marketing, possono nascere dei piccoli imperi. Uno di questi è Asos, un e-commerce che fa numeri da capogiro: Asos archivia l’esercizio fiscale con una redditività da record. L’e-tailer britannico ha registrato un incremento del 145% dell’utile prima delle imposte a quota 80 milioni di sterline (circa 90 milioni di euro al cambio attuale), risultato che, depurato dalle tasse, si traduce in profitti per 64,1 milioni di sterline (+163%). A doppia cifra la performance delle vendite nei dodici mesi archiviati lo scorso 31 agosto, per un fatturato complessivo pari a 1,923 miliardi di sterline (+33%) di cui 1,876 miliardi riconducibili al retail.

Una delle cose più autentiche del sito è stato l’intuito di utilizzare diverse donne che potessero rappresentare in toto le consumatrici. Ecco che nella sezione dedicata alle taglie morbide, le modelle sono perfettamente imperfette.

Donne con corpi floridi che presentano le novità beachwear dell’estate 2018

RELATED ARTICLES

Dolce&Gabbana e la foto della polemica

Dolce&Gabbana e la foto della polemica

Una semplice foto postata nell’instagram dell’azienda che ha suscitato non poche polemiche. Due turiste che si mangiano un panino a Capri e le modelle del brand sedute accanto. Non ci

READ MORE