Essere uniche è la vera bellezza, parola di Paolo Guatelli

Essere uniche è la vera bellezza, parola di Paolo Guatelli

Essere uniche è la vera bellezza, parola di Paolo Guatelli

QUANDO SONO BELLA?

Quando una persona può sentirsi bella? Molti sostengono che l’importante è essere belli dentro, non è fondamentale l’aspetto o ciò che appare agli occhi degli altri. Questo principio è valido a livello profondo, ma se ad esso integriamo la consapevolezza che il corpo è parte integrante del nostro Essere, non possiamo che vivere il makeup come un’occasione per esprimere il nostro vero sentire. Il trucco rende belle, ma il risultato lo si ottiene quando la omologarsi a modelli di bellezza virtuale che riportano all’idea che la semplice applicazione di prodotti possa cancellare i difetti rendendoci “perfetti”. Da molti anni ho approfondito gli studi di Morfopsicologia olistica transpersonale, lo studio del carattere attraverso le forme del volto che racconta di noi molto più di quanto crediamo. Nell’edizione appena terminata di Detto Fatto, anche per me come per Elisa la settima, ho potuto finalmente parlare di Trucco dell’Anima, partendo proprio dall’analisi morfopsicologica del volto delle mie ospiti. Anche in queste occasioni ho avuto la conferma che un makeup armonioso può mettere in contatto le persone con il proprio Sé profondo, aumentando l’autostima e facendo spesso emergere sfumature della personalità totalmente sconosciute.

Questo è il motivo per cui non amo essere considerato il truccatore delle dive, ma il truccatore delle persone comuni, che in realtà sono eccezionali, perché ogni Essere è unico ed irripetibile.

Paolo Guatelli

www.paologuatellimakeup.com info@paologuatellimakeup.com 

Photo Credit:

Photography: Giuseppe Gradella

Makeup: Paolo Guatelli

Makeup Assistant: Francesco Chironna

Hair: Massimo Ferraroni

RELATED ARTICLES

Il trionfo del carrè, la parola a Roberto Carminati

Il trionfo del carrè, la parola a Roberto Carminati

Il maestro Roberto Carminati elegge il carrè come taglio dell’estate 2019. “L’abbiamo visto in passerella a Cannes con Chiara Ferragni, il carrè può essere un taglio per chi vuole osare

READ MORE