New York Fashion Week: presentate le “Bandelettes”, le nuove calze anti-sfregamento

New York Fashion Week: presentate le “Bandelettes”, le nuove calze anti-sfregamento

New York Fashion Week: presentate le “Bandelettes”, le nuove calze anti-sfregamento

Presentate durante la New York Fashion Week le Bandelettes. Le nuove calze anti-sfregamento per chi non ha gambe grissino.

Come ogni anno, nei primi giorni di settembre (dall’8 al 15 settembre), gli Stati Uniti sono pronti ad accogliere, nei viali della “Grande Mela“, gli eventi della celebre New York Fashion Week. Gli stilisti di tutto il mondo, dopo aver studiato per mesi le tendenze della prossima primavera e della prossima estate, si riuniscono tutti assieme. Per presentare agli esperti del settore, e ai media presenti, tutte le novità riguardanti la moda.

In particolare, nell’edizione 2017, sono state presentate, per la prima volta dal vivo, le Bandelettes. Le nuove calze anti-sfregamento, ideate dal marchio Chromat (brand fondato nel 2010 dalla stilista Becca McCharenda sempre molto attenta al tema della discriminazione e al body positive), che si pongono l’obbiettivo di cambiare la vita. Non solo a chi non ha due gambe a forma di grissino. Ma anche a chi soffre di irritazione alle cosce.

Proprio come ci ha mostrato sulla passerella Hunter McGrady, testimonial delle Bandelettes (“La sfilata Chromat è stata epica – ha dichiarato la celebre modella sul suo profilo Instagram. Le differenze sulla passerella sono state surreali: differenti taglie, etnie, altezze, generi. Quando sono uscita ho dovuto trattenere le lacrime da quanto ero orgogliosa. La moda dovrebbe essere sempre così“).

La modella Hunter McGrady sfila con le Bandelettes
La modella Hunter McGrady sfila con le Bandelettes

RELATED ARTICLES

Roberto Giannotti, emozioni da indossare

Roberto Giannotti, emozioni da indossare

Per chi come me crede negli Angeli Custodi poterli indossare rappresenta sicuramente un’esperienza dal forte sapore evocativo e simbolico. La linea principale di Roberto Giannotti si ispira infatti agli angeli

READ MORE