“Come prima,più di prima mi amerò”:un viaggio tra il mondo delle siliconate,scovando il cuore dietro al silicone

“Come prima,più di prima mi amerò”:un viaggio tra il mondo delle siliconate,scovando il cuore dietro al silicone

“Come prima,più di prima mi amerò”:un viaggio tra il mondo delle siliconate,scovando il cuore dietro al silicone

Un viaggio di 50 minuti quello di Alessandro Capitani, che ha deciso di scoprire la parte più intima della donne rifatte. Perchè si decide di sottoporsi ad un intervento chirurgico? Cosa succede dopo l’intervento? Il video parte dal concorso “Miss Chirurgia Estetica” al quale verranno date voci alle quindici partecipanti. Una moda che non passa mai di moda, che vede un business allucinante che coinvolge non solo le donne, ma anche gli uomini.

Nella “society image” come la chiamo io, importante è apparire,forse per alcuni è addirittura fondamentale.Tra le storie del documentario emerge questa necessità: il mondo dello spettacolo, i suoi luccichii, le telecamere addosso e l’essere protagonista: per molte donne è stata questa la spinta che le ha portate all’intervento. Si parla di un Berlusconismo che ha imposto canoni mediatici femminili molto lontani dalla realtà: sexy maggiorate, veline, letterine, soldi e successo. Il regista, alla domanda cosa ha spinto la maggior parte di queste donne a rifarsi, ammette:” La risposta più vera: la Tv. Il concorso, oltre alla corona di Miss, mette infatti in palio la possibilità di andare in televisione.. Le prime due edizioni hanno avuto grande risalto sui media, con servizi nei tg e alle Iene, e la vincitrice dell’edizione 2009 è stata ospite fissa per un anno del Chiambretti Night. La Tv è la grande meta, per queste donne la chirurgia estetica è anche lo strumento per arrivarci. Devo dire che questo ci ha fatto gioco: grazie a quest’ansia di apparire, non abbiamo avuto alcuna difficoltà a farci accettare e a seguire queste donne anche lontano dalla passerella del concorso.”

Per una che come me lotta per l’accettazione certe affermazioni di queste donne mi hanno lasciata a bocca aperta:madri di famiglia che spingerebbero subito la loro figlia sotto i ferri per farle vincere qualche concorso che le potrebbe portare alla ribalta. Una corsa ai riflettori, dove se non appari non sei nessuno. Uno specchio di una società sempre più condizionata dai media, dove si cerca l’osannazione, il piacere a tutti i costi,e ancora il mito dell’eterna giovinezza, il bisogno frivolo di apparire e quello più intimo, e più segreto, di essere amate, anche solo per pochi minuti.Si ricerca nella nostra esteriorità di colmare dei vuoti che la nostra anima ha:la mancanza di amore, in primis. Quella mancanza che non ci permettere di essere le uniche per il nostro lui, di essere al centro dell’attenzione nel nostro gruppo, l’essere amate per come siamo. Ma siamo proprio sicure che il dio silicone può colmare i nostri vuoti?

RELATED ARTICLES

Victoria Beckam:”Essere magri non è più fashion, le donne vogliono essere sane e curvy”

Victoria Beckam:”Essere magri non è più fashion, le donne vogliono essere sane e curvy”

Curvy è il nuovo trend? E’ ciò che pensa Victoria Beckham intervistata fa Grazia UK «Ci sono tante donne curvy a Miami» ha spiegato. «Camminano lungo la spiaggia di Miami

READ MORE