Il corpo come mezzo per arrivare al successo: dalle soubrette alle baby prostitute

Il corpo come mezzo per arrivare al successo: dalle soubrette alle baby prostitute

Il corpo come mezzo per arrivare al successo: dalle soubrette alle baby prostitute

prostituzione

Ci scandalizziamo quando sentiamo che ragazzine di 15 anni di buona famiglia si prostituiscono per poter avere i soldi per comprarsi accessori lusso, ricariche telefoniche etc…
Oggi tra gli articoli che leggevo mi è capitato in mano il calendario di Raffaella Fico: conosciuta grazie al Grande Fratello, ha tenuto i riflettori accesi per aver messo in vendita la sua verginità,successivamente madre di una figlia con Balotelli che ancora oggi nega di esserne il padre e infine il calendario per il 2014 di nudo “artistico”. Bellissima, ma una carriera che punta l’ago del compasso solo sulla sua fisicità.
Ecco che allora il corpo diventa per alcune donne l’unico strumento di guadagno facile: non c’è arte, talento, non c’è ricerca, studio e cultura. Basta essere dotate: bel seno (altrimenti c’è il chirurgo che può sempre dare una mano), bel seno tondo, un po’ di photoshop qui e lì, un pizzico di sfrontatezza e il gioco è bello e fatto! E’ così dalla cronaca, alla tv, ai giornali, il messaggio è semplice: se sei bella e particolarmente fortunata fisicamente, il successo è assicurato. E così a quindici anni, per raggiungere certi modelli, non ci si prostituisce più per necessità come accadeva tempo fa, ma per avere tutto e subito.
“Soldi facili” sperando sempre che in futuro il nostro ego non ci chieda il conto di scelte così superficiali.
La psicoterapeuta adleriana Inest Staletti dichiara al settimanale Panorama:” Oggi la sessualità non è più un tabù come lo era per le generazioni precedenti. Non è più legato al peccato. Il fatto è che rischia di diventare un semplice strumento di scambio commerciale, il modo più rapido e meno faticoso per avere successo, per non essere emarginate, per essere vincenti. È la vittoria della società dell’apparire su quella dell’essere, come diceva Fromm. E del resto, le chiedo: se i modelli vincenti, dalla tv alle famiglie, sono quelli della bellezza e della ricchezza e non – come ci avevano insegnato i nostri genitori – della fatica e del sacrificio, quale risultato possiamo ottenere?
Un problema culturale quindi dove sacrificio e fatica vengono rimpiazzate da arrivismo e soldi facili. Un’inversione di rotta che invade la nostra società o semplicemente una parentesi dovuta ad un’era non proprio semplice?
Il reato di prostituzione minorile è un delitto previsto dal codice penale italiano all’art. 600 bis.
Già qualche mese fa quando molte trasmissioni tv si accanivano sul fenomeno “cam-girls” e la comunicazione era chiara: basta un pc, una cam, spogliarsi e a fine mese migliaia di euro nel tuo corrente corrente. Non importa se quelle immagini poi rimbalzeranno su siti, portali, social, cellulari… Quel che conta è il “tutto e subito”.
Essere libere di usare la proprio fisicità come meglio si crede è sacrosanta libertà, ma ragazze, a quindici anni non vendetevi. E voi uomini, che pagate queste creature che sanno fino ad un certo punto quello che stanno facendo, che vi sentite più virili perchè andate “con le ragazzine”, che penetrate corpi acerbi con avidità per sentirvi più giovani e ancora desiderabili, ecco, a voi mi rivolgo. La psiche è un labirinto, e se siete in questo tunnel in qualche maniera vi siete persi. Perchè questa perversione è reato, e non parlo solo in termini di legge. State uccidendo l’anima di bambine per la vostra perversione, e già immagino il vostro alibi:”Ma lo volevano anche loro, nessuno le ha costrette” e io vi rispondo che forse, avreste dovuto semplicemente “salvarle”.
E allora, in una società in cui va bene tutto, se tornando a casa il tuo vicino si vantasse di aver scopato tua figlia adolescente, come reagiresti?

RELATED ARTICLES

Victoria Beckam:”Essere magri non è più fashion, le donne vogliono essere sane e curvy”

Victoria Beckam:”Essere magri non è più fashion, le donne vogliono essere sane e curvy”

Curvy è il nuovo trend? E’ ciò che pensa Victoria Beckham intervistata fa Grazia UK «Ci sono tante donne curvy a Miami» ha spiegato. «Camminano lungo la spiaggia di Miami

READ MORE