Moschino per H&M: l’epic fail della campagna pubblicitaria

Moschino per H&M: l’epic fail della campagna pubblicitaria

Moschino per H&M: l’epic fail della campagna pubblicitaria

 

 

Che vada di moda mettere nelle campagne di moda transessuali, donne plus size o altri tipi di “diversità” è ormai assodato, ma che una collezione proponga una modella come Barbie Ferreira per poi avere la collezione che arriva al massimo alla M/L è alquanto ridicolo.

 

 

La polemica nasce dopo alcuni tweet di utenti arrabbiati in quanto la collezione che H&M ha fatto in collaborazione con Moschino non arriva alle taglie desiderate ma si limita a una L nei capi disponibili.

are you fucking kidding me with your Moschino line going up to a L and nothing bigger? aren’t you supposed to be about inclusivity and expression through fashion but yet completely disregard plus size people unless it’s good for an Instagram post?”

bold move from to use plus-size models for their campaign and you can’t even buy sizes larger than L at their online store 🤬

 

Sono andata a curiosare sul sito ufficiale di H&M e devo dire che ho trovato capi che arrivano addirittura alla M che in Italia corrisponde a una taglia 44.

Nelle pubblicità uscite e nel lookbook che ha preceduto il lancio della linea, l’uomo dietro a Moschino, Jeremy Scott, ha visto personaggi come la drag queen Aquaria, l’attrice Mj Rodriguez, i gemelli giapponesi Amiya e la modella plus-size Barbie Ferreira.
La pubblicità suggerisce che una donna quindi che una donna con taglia superiore alla 46 potrebbe indossare abiti della collezione, ma così non è. Basta cliccare sui capi che sono ancora a disposizione per vedere che siamo lontani dalla pubblicità proposta. Per esempio l’abito cappuccio e paillettes arriva alla M, così come il giubetto biker, mentre il costume fantasia arriva fino alla 46.

Poco male, la collezione è andata comunque esaurita. Fatto sta che per i capi indossati dalla modella plus size Barbie potete trovarli in versione pigiameria a prezzi stracciati da Primark. Alla fine non saranno firmati Moschino ma poco importa: importante è dare i soldi a chi ci sa vestire senza discriminare le donne con qualche taglia in più.

 

RELATED ARTICLES

Lena Dunham:”Peso di più, amo di più, rido di più. E sono felice così”

Lena Dunham:”Peso di più, amo di più, rido di più. E sono felice così”

Arriva un punto nella vita dove te ne freghi di tutto e di tutti e hai voglia di assecondare solo te stessa. Forse è arrivato questo momento per Lena Dunham

READ MORE